Storytelling e Caption

DAY 4! Quarta “Tip” del corso #instrategytips.

Abbiamo analizzato la Bio , il Feed, Foto e Filtri, oggi scopriremo cosa sono “Storytellig e Caption, ovvero come raccontarci.

Siamo su Instagram, ma l’argomento di oggi può essere generalizzato a tutti i social. Chiaramente ogni piattaforma ha le sue regole. Decidiamo di fare un post, quindi scegliamo la foto da pubblicare, la ottimizziamo e pensiamo a come descriverla. Vero che, come già detto, una bellissima foto cattura l’attenzione anche senza testo, ma noi siamo su Instagram per creare la nostra Community, quindi ci dobbiamo raccontare e far conoscere, soltanto con le foto la vedo difficile.

Come lo facciamo? Attraverso i post. I nostri post giornalieri, settimanali, mensili, ecc… devono raccontare tutto di noi, un passo alla volta:

  • chi siamo
  • cosa facciamo
  • come lo facciamo
  • perché lo facciamo
  • perché siamo originali
  • perché dovrebbero scegliere noi tra tanti.

Lo Storytelling è la metodologia utilizzata per raccontare, narrare. E’ un’arte e uno strumento naturale attraverso il quale è possibile creare una comunicazione efficace tale da coinvolgere contenuti, emozioni, azioni e contesti, oltre a essere un’ attività collaborativa poiché c’è un narratore/ scrittore e un ascoltatore/lettore.

Lo Storytelling è efficace se:

  • abbiamo un target preciso al quale comunicare;
  • il nostro target risponde attraverso azioni o feedback alla nostra comunicazione.

Il nostro obiettivo primario sarà creare una strategia di comunicazione che vada a toccare le emozioni e i gusti delle persone e, successivamente, costruire l’ambientazione all’interno della quale inserire il nostro prodotto.

Il Feed sarà l’ambientazione del nostro racconto e l’ambiente propizio ad accogliere i nostri prodotti o servizi e raccontarli in modo armonico ma non pressante.

Esempio: produciamo e vendiamo miele. Chi è il nostro target di riferimento? Sicuramente uomini e donne dai 20 ai 70 anni, madri, persone attente ad un alimentazione sana, caffetterie e ristoranti, rivenditori, ecc… . Una volta definito il nostro target, iniziamo a costruire il nostro ambiente (feed) e la nostra strategia: parleremo della produzione, dei benefici, dell’originalità del nostro prodotto ma lo collocheremo in ambienti di casa e ambienti che accolgono il “barattolino di miele” in modo estremamente naturale, che incuriosiscono ma non infastidiscono. I nostri post saranno meno con foto esclusive del prodotto e più con foto che comunicano il perché scegliere noi e indirettamente coinvolgeranno all’acquisto.

Immaginiamo la foto di una famiglia riunita a tavola e che fa colazione con il nostro miele. Comunica sicuramente di più della foto del barattolo di miele sullo scaffale del negozio. Deve esserci anche quella, ma a te cosa piacerebbe vedere in un profilo e cosa ti coinvolge quando decidi di acquistare un prodotto/servizio? Devi chiederti questo quando costruirai la tua strategia di comunicazione.

Non sempre, quindi, il testo coincide con la foto. Quando dico questo, vedo facce di panico 🙂.

E’ comprensibile perché non siamo abituati a immaginare il social come strumento di fidelizzazione. Collochiamo i social network tra gli strumenti di vendita, come fossero e-commerce, cosa invece non sono. I social sono piattaforme di comunicazione, scambio di idee e socializzazione. Se pensiamo di postare esclusivamente prodotti nella speranza di vendere a breve non abbiamo compreso la vera potenzialità dei social. Se impariamo a emozionare, coinvolgere, creare interazione e curiosità le vendite arriveranno in automatico senza dover, per forza, postare l’inventario del negozio.

Riepilogando, non necessariamente la Caption (didascalia/testo) deve coincidere con la foto.

Una volta, quindi, scelta la foto pensiamo un testo coinvolgente.

Ikea dice: “spazio alle idee” … per i social “spazio alla fantasia“.

Non necessariamente deve essere un testo lunghissimo, anzi, il più delle volte testi brevi e coinvolgenti convertono molto di più dei racconti. E’ molto più difficile articolare parole chiare e concise e testi sintetici. Io vi consiglio di raccontare, come fareste se qualcuno vi ponesse delle domande, allo stesso modo in cui sto raccontando io come comporre un testo.

Immaginate di raccontare una storia, quindi: introduzione (incipit), corpo del racconto e conclusione.

Affinché il racconto sia coinvolgente, ecco qualche consiglio:

  • l’incipit (introduzione): le prime due righe devono essere coinvolgenti. Se la prima riga non attira l’attenzione, l’utente non leggerà tutto il resto.
  • SI alle citazioni come introduzione se il vostro argomento riguarda la parola chiave della citazione.
  • NO ai monologhi, stile diario personale, che non stimolano curiosità e interazione.
  • NO ai post egocentrici, della serie “tutto so io e tutto faccio io”
  • NO ai font (caratteri di testo) particolari e caratteri diversi. Belli, senza dubbio, ma non leggibili da tutti i dispositivi. Il risultato del post e del tuo testo sarebbe questo “???
  • NON dimenticare di omettere la “call to action” (invito all’azione) alla fine di ogni post. Le più banali sono “Voi che ne pensate?” ma potrebbe essere più accattivante parlando di miele “come utilizzereste il miele in modo originale?”. In questo modo invoglierete i followers a immaginare e suggerirvi le loro esperienze.

E gli hashtag? Sono fondamentali anche quelli ma ne parleremo la prossima settimana.

Prima di lasciarvi, l’esercizio di questa settimana sarà quello di:

  • individuare il proprio target;
  • immaginare il nostro ambiente in base a quelli che sono i nostri prodotti e servizi;
  • scrivere un nuovo post, cogliendo tutti i suggerimenti: foto ottimizzata, incipt coinvolgente, corpo del testo, conclusione e call to action.

Ti auguro buon lavoro e se hai necessità di un aiuto scrivimi qui.

Se hai perso le “Tips” precedenti di #instrategytips ecco il riepilogo:

Ci sentiamo tra una settimana. Se ti fa piacere, inviami il tuo prima e dopo :-).

Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...