RePlan 2020

La vita è un viaggio pieno di sorprese, belle o brutte, di insegnamenti

e di novità, anche le più inaspettate. 

 

È molto che non scrivo sul mio blog.

Mi sarebbe piaciuto partire delle nuove tendenze 2020, dei colori e idee, invece quest’anno è iniziato subito con uno STOP , dopo aver pianificato già buona parte del 2020:

La Comunione_girl

evento “La Comunione” in collaborazione con Madame Roses e Baby Mania

AAA_3481_

Wordnews.it è online”  primo evento del 21 Febbraio 2020

Dal pianificare eventi, ci siamo ritrovati, in men che non si dica, catapultati in una realtà che mai avremmo immaginato di vivere, quasi surreale se paragonata ai celebri film di catastrofi americani.

Dal 22 Febbraio le nostre vite sono cambiate, come i nostri progetti e le nostre priorità. E dal 5 marzo, lentamente, abbiamo iniziato a veder cadere quelle che erano le nostre certezze quotidiane: la scuola per i nostri figli, uscire di casa al mattino per recarsi al lavoro o, semplicemente, al supermercato per fare la nostra spesa quotidiana, incontrarsi al bar per un caffè, andare in palestra e così via.

Tutto quello che eravamo abituati a fare, senza neanche pensarci troppo, è venuto meno.

Abbiamo conosciuto il “lockdown” e siamo stati costretti a fermarci tutti causa coronavirus. Tre mesi lunghissimi, durante i quali non eravamo più liberi. Si…abbiamo anche capito cosa vuol dire essere liberi!

C’è chi ha continuato a lavorare da casa in smartworking, alternandosi anche con le lezioni online dei propri figli. Purtroppo alcuni di noi hanno perso i propri cari, senza avergli neanche dato un ultimo saluto. Ci siamo sentiti impotenti di fronte alla pandemia e abbiamo temuto il peggio.

Ora tre mesi sono passati e una nuova fase della nostra vita è iniziata. Ora abbiamo una nuova divisa da indossare, fatta di guanti e mascherine e l’obbligo di mantenere le distanze. Non possiamo abbracciarci, ne stringerci la mano, ne salutarci con un bacio. Non possiamo riunirci e il disinfettante è diventato come la nostra crema per le mani in pieno inverno. Tutte cose “mai abbastanza pesate” ma soprattutto fin ora date per scontato.

Da una settimana siamo ripartiti. Una nuova fase, una nuova sfida: uscire e guadagnare per limitare una nuova emergenza, quella economica.

Il settore degli eventi è stato uno dei più penalizzati dalla pandemia e dal lockdown: oltre 50.000 fornitori e oltre 13.000 strutture che, solo tra marzo e aprile, hanno rinviato, a data da definire, ben 17.000 matrimoni e continuano a rinviare tutti gli eventi programmati già dall’anno precedente. Un settore non primario, che quest’anno dovrà cambiare le proprie consuetudini per riuscire a sopravvivere (leggi il mio articolo su www.wordnews.it). A tal proposito, nel prossimo articolo scriverò delle novità per quanto riguarda gli eventi 2020, per chi non ha deciso di rinviarli post pandemia.

Negli ultimi 109 giorni abbiamo avuto modo e tempo di riflettere su tante cose: abbiamo apprezzato le piccole cose e eliminato tante altre. Abbiamo capito l’importanza di una stretta di mano, di un abbraccio e della libertà di poter far tutto senza limitazioni. Abbiamo capito quanto è importante collaborare ed essere uniti, quante cose possiamo semplificare e quante volte possiamo essere più disponibili.

Questo 2020 ha già iniziato a portare delle piccole novità. Ora più che mai dobbiamo essere flessibili ai tanti cambiamenti che ci attendono e più responsabili per noi stessi e per tutti.

Concludo con una citazione:

Senza titolo-1

A presto!

Sara

 

 

 

Un pensiero su “RePlan 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...